Scopriamo insieme le tendenze della birra nel 2022

Basandoci sui dati raccolti nel 2021 abbiamo fatto qualche predizione su cosa sarà di tendenza nel mondo della birra per il nuovo anno 2022. Leggi qui. 

1. Taglio delle accise per il 2022

Questo non è un vero e proprio Trend, ma sicuramente una notizia degna di nota per il settore della birra in Italia. Con la Legge di Bilancio approvata a fine 2021 sono state ridotte le accise sulla birra. Il taglio deciso dal Parlamento ha portato in dote al settore italiano della birra una riduzione per tutto l’anno in corso di 5 centesimi sull’aliquota delle accise, uno sconto del 50% per i birrifici con produzione annua inferiore a 10mila ettolitri, del 30% per i birrifici con produzione annua compresa tra i 10mila e i 30mila ettolitri e del 20% per quelli con produzione annua superiore ai 30mila ettolitri e fino ai 60mila. Questa è sicuramente una buona notizia per tutto il settore. La legge è stata approvata per aiutare tutti i lavoratori nel comparto dedicato alla produzione di birra, in quanto l’arrivo della pandemia ha inflitto una brutta battuta d’arresto alla cosiddetta "Primavera della Birra".

Il problema è che per ora il taglio delle accise è stato approvato solo per l'anno 2022, ma il settore lotta per mantenerlo anche in futuro. Per il momento noi speriamo che per questo 2022 la legge faccia respirare il mondo della birra dando modo di riprendere al meglio il progresso. 

Fonte della notizia: Repubblica.it

 

2.Con sorpresa: La birra Analcolica va sempre più di moda

alcoholfree_editorial_m.jpg

Man mano che i consumatori di tutto il mondo diventano più attenti alla salute e a ciò che consumano, il mercato delle bevande analcoliche e a basso contenuto alcolico continuerà a crescere. Questa categoria si è guadagnata il rispetto soprattutto dalla generazione dei Millennials, che sono molto attenti al benessere.

Oltre tutto le birre analcoliche sono sempre di più e di diversi stili, migliorando di anno in anno il gusto che è oramai identico a quello di una birra con alcol. Aspettatevi che questa categoria cresca nel 2022. Se il trend vi intriga date una occhiata alla nostra Confezione Analcolica.

 

 

 

3. I consumatori vogliono la storia dietro la birra

Mentre ci dirigiamo verso il 2022, i consumatori più giovani chiedono ai birrifici di fare più di una semplice birra. Vogliono sapere in cosa crede un'azienda e come sta usando il suo prodotto per mandare un messaggio. Che si tratti di un'azienda che si impegna a produrre solo birra biologica e a basso impatto per l'ambiente, come Leashless Brewing o Lowlander Botanicals, che utilizza aghi di pino di alberi di Natale usati per la sua birra invernale. O un'azienda che aiuta a unire i membri delle gang rivali e a ridurre la violenza causata dalle armi in una comunità locale, come TRU Colors. O forse un birrificio che fornisce un luogo di supporto e comunità per i veterani, come a Backwards Flag Brewing.

Qualunque sia lo scopo esatto, la gente cerca birrifici e aziende in generale che vivono le loro missioni e valori. Non conta più solo il prodotto finale, ma conta anche la storia che c'è dietro. E deve essere una storia valida. 

 

4.Le IPA sono sempre protagoniste

 

fresh_ipa_article1.jpg

Non sorprende che le IPA, le DIPA e le Hazy IPA siano ancora gli stili di birra più popolari. Del resto nel 2021 hanno avuto un boom incredibile. L'APP Untappd (una App su cui è possibile votare le proprie birre preferite) ha riferito che lo stile "American IPA" è in cima alle classifiche con oltre 7,2 milioni di check-in globali nel 2021, seguita subito dopo dalla "IPA - New England" (6,1 milioni di check-in globali), e "IPA - Imperial / Double" (4,1 milioni di check-in globali). L'intera categoria IPA domina le preferenze dei consumatori. Ma l'American IPA come categoria ha effettivamente perso un punto di quota rispetto alle sua cugina New England-style IPAs, nel 2021.  Nel corso degli anni, le IPA in stile New England (conosciute come Hazy = torbide) si sono guadagnate la reputazione di essere birre trendy e il loro aspetto opaco e nebuloso è ormai di moda. Nel 2022, aspettatevi che la Haze mania si espanda ancora di più. Birra Torbida = Birra che piace

 

5.La rimonta delle Lager

Per troppo tempo, le birre lager sono state associate alle birre leggere prodotte in massa come Heineken, Bud Light, Corona o Coors Light o le nostrane Peroni e Moretti e demonizzate come "birre commerciali" o " da supermercato". Ma i birrai artigianali hanno reclamato lo spazio, producendo eccellenti versioni di questo stile di birra più leggero, di solito a basso contenuto alcolico, e spesso utilizzando ingredienti locali e artigianali. Chi l'ha detto che la birra artigianale deve essere super elaborata con sapori complicati e strani? Favolose birre artigianali possono benissimo essere Lager. E poi parliamoci chiaro, le Lager continuano ad essere le birre più consumate al mondo, per cui per quanto se ne dica piacciono. 

Per la prima volta in almeno due anni, una lager è entrata nella top 10 degli stili di birra su Untappd in base ai check-in globali. Solitamente su Untappd i "nerd della birra" danno voti alti solo a birre strane e particolari mentre le lager sono sempre state snobbate. Le cose stanno cambiando e si comincia ad apprezzare di più la semplicità delle lager. La categoria "Pilsner - Other" ha guadagnato più di un milione di check-in sulla più grande app di birra del mondo nel 2021. E noi siamo sicuri che questo trend è destinato a rimanere ed evolversi nel 2022. 

Se vuoi seguire il Trend ecco alcune Lager e IPA

Birra Lager | 5,0% | 2 litri

€ 9,29

IPA | 6,2% | 2 litri

€ 14,99
-20%
Sub

IPA | 7,9% | 2 litri

€ 11,99 € 9,59
-10%
Sub

Birra Lager | 5,0% | 2 litri

€ 9,99 € 8,99