Birra tedesca

Il mondo della birra tedescaUna panoramica sui birrifici e la loro produzione

Quale è la miglior birra tedesca? Sicuramente si tratta di un gusto personale, quindi difficile fare di tutta l’erba un fascio. Abbiamo comunque creato una classifica dei miglior birrifici tedeschi in base al giudizio ed esperienza dei nostri intenditori e sommelier della birra. Non dimenticare di farci sapere cosa ne pensi!

#1 Hoppebräu

L'ideatore e mastro birraio, Markus Hoppe si porta alle spalle l’esperienza di aver lavorato in un’azienda di installazione macchinari ed aver contribuito all’apertura del birrificio Flying Dodo Breweing Company sull’isola di Mauritius.

Nel 2012 Markus torna in Germania per aprire il proprio microbirrificio Hoppebräu ed inizia con un piccolo impianto direttamente nel garage di casa sua per sperimentare le prime ricette. Successivamente la produzione si sposta su scala più grande presso altri birrifici, di cui non si conoscono i nomi. Tra le birre più conosciute ci sono sicuramente la Vogelwuid IPA, Fuchsteufelswuid Imperial IPA, la Vienna Wuida Hund e la Pale Ale Wuide Hehna Session IPA.

#2 Crew Republic 

La birra tedesca della Crew Republic è sicuramente unica e all’avanguardia di Monaco, in una realtà dove si ci basa principalmente sulle birre tradizionali che caratterizano l’Oktoberfest. Questo birrificio nasce dalla passione di due amici, Mario Hanel e Timm Schnigula, che hanno deciso di lasciare il loro lavoro per dedicarsi completamente alla produzione di birra.

Iniziamente la produzione incontra un pò di ostacoli, ma presto viene trovata la soluzione: produrre presso la Hohenthanner Schlossbrauerei. Nell’autunno del 2012 viene prodotta la prima birra chiamata Crew Pale e rinominata successivamente Foundation 11. Con il tempo entrano in società anche Jan Hrdicka (marketing, comunicazione e design) e Richard Hodges (birraio statunitense).

#3 BRLO

La birra Brlo nasce dalla pazza idea di tre studenti nel 2014: Katharina, Christian e Michael. Hanno scelto Brlo come nome originario della città di Berlino ed oggi è uno dei birrifici più popolari proprio in questa città. Con la loro selezione di birre hanno cercato di reinventare la classica birra tedesca e, allo stesso tempo, hanno dato spazio a quella internazionale.

Tra le bontà prodotte da questo birrifixio non può sicuramente mancare la classica Helles, per poi includere anche la sua IPA e la Porter. Quest’ultima viene descritta dai produttori come un incrocio tra una Porter inglese ed una Russian Imperial Stout. Una ricetta che prevede i luppoli Herkules e Tettnanger e malti Pilsener, Caramel e Roasted.

#4 And Union 

And Union nasce nel 2007 e produce una vasta varietà di birre Lager e Ale. Dietro questo progetto ci sono Rui Estevens (un portoghese che si è trasferito in Bavaria), suo padre ed un compagno di business in affari da parecchio tempo. Insieme ad altri microbirrifici locali hanno creato diversi tipi di birra, ma sempre e solo seguendo la legge della purezza Reinheitsgebot: solo ingredienti come luppolo, malto, lievito e acqua.

Uno dei valori fondamentali nella produzione delle birre And Union è la qualità: non si può mettere fretta alle abilità artigianali. Anche per questo motivo il loro processo di produzione di birra può anche durare fino a 12 settimane. Alcune delle birre sono Friday IPA, New BLK e Steph Weiss.

#5 Kehrwieder Kreativbrauerei

Oliver Wesselog e Friedrich Matthies, dopo aver viaggiato e lavorato in giro per il mondo tra Canada, Caraibi e Maiorca, decidono di tornare in Germania per iniziare una nuova avventura. Nasce così il birrificio Kehrwieder Kreativbrauerei ad Amburgo nel 2012.

Le birre di questo birrificio sono fisicamente prodotte presso Fanø Bryghus in Danimarca, questo a causa degli onerosi costi. Tutte le birre, però, riflettono i criteri tradizionali tedeschi e personalizzati con tocchi americani. Proprio in quest’ottica è stato scelto il nome per rappresentare anche la libertà personale d’espressione ed il desiderio di creatività.

#6 Welde 

Questo birrificio racchiude 260 anni di tradizione ed è oggi guidato da Hans Spielman, producendo circa 100.000 ettolitri di birra ogni anno. Tra le diverse birre prodotte c’è anche una linea artigianale che include la Welde Craft pepper Pils (molto particolare perché è con il pepe rosa), Welde Craft Pale Ale, Welde Craft Citra Helles, Welde IPA e la Badisch Gose con sale e coriandolo.

Una loro birra molto particolare è anche la Bourbon Barrel Bock, una birra che viene fatta riposare per tre mesi in tre botti di bourbon, rum e tequila.

#7 Schoppe Bräu

Thorsten Schoppe gestisce questo birrificio che si trova nel quartiere Kreuzberg di Berlino e proprio qui vengono prodotti diversi stili di birra che variano da Pale Ale a Stout. Tra le più popolari troviamo la Black Flag, X-Berg, Holy Shit e Roggen Roll.

La particolarità di questo birrificio è che offrono anche dei corsi per coloro che vogliono imparare a produrre birra ed assaggiare la birra da loro stessi prodotta.

#8 Buddelship

Dopo anni di studio e lavoro all’estero accumulando esperienza nel settore, Simon Siemsglüß decide di tornare nella sua città nativa di Amburgo per aprire il suo microbirrificio nel 2014. È stato lui stesso a costruire l’impianto grazie al quale è riuscito a produrre diverse birre, che includono una rivisitazione della tradizione tedesca ed accenni anglosassoni e belga.

Nella vasta selezione troviamo Pils, Weissbier e Schwarzbier. Una birra da ricordare è sicurament la Brugge Saison (o come indicato sull’etichetta la “farmhouse ale”) prodotta con frumento maltato e luppoli Centinnial, Citra e Galaxy.