Bicchiere di birra

Bicchiere di birra: quale usare?I bicchieri più famosi ed usati per le birre artigianali

Per poterti gustare al meglio una birra è fondamentale usare il bicchiere di birra corretto. Ti potrà sembrare strano, ma il bicchiere ha sicuramente un impatto sugli aromi e sul gusto della birra. Ma quale bicchiere appartiene a quale birra?

Bicchiere di birra: perché scegliere quello giusto

Per tanto tempo gli amanti della birra sono stati alla ricerca della forma perfetta, della giusta misura e del materiale da utilizzare. Hanno provato bicchieri fatti in legno, in pietra arenaria, in latta o qualsiasi altra cosa che ti possa venire in mente, fino a quando è stata finalmente scoperta l’arte del vetro soffiato.

Successivamente divenne palese che la forma del bicchiere di birra da usare con specifici stili può davvero fare la differenza. È per questo che oggi ci sono diversi tipi di bicchieri e delle linee guida su quali usare.

Bicchiere Tulipano

Il tulipano è uno dei bicchieri più versatili ed è spesso usato con una Duvel o La Chouffe. La forma contiene gli aromi al meglio ed ha abbastanza spazio per avere una schiuma grande, cosa molto tipica della Duvel. Molte birre possono essere versate in questo tipo di bicchiere, soprattutto le birre belghe. Mentre le Lager, birre di frumento e Weizen sono le uniche eccezzioni da non versare in questo bicchiere.

Bicchiere flute

Il flute è un bicchiere allungato, dritto e stretto che mantiene la schiuma più a lungo, proteggendo la birra dall’ossigeno. In teoria l’ossidazione viene contrastata, ma in pratica questi piccoli bicchieri (20cl) sono vuoti prima ancora che l’ossigeno inizi ad agire sulla birra. Questo bicchiere flute è perfetto per una Pilsner o Lager, come ad esempio la De Leckere Pilsner o Birra Ichnusa. 

Pinta

La pinta viene generalmente usata per le birre inglesi ed americante, le IPA, Stout e Porter. Grazie alla sua forma a cono è più facile da tenere in mano e la birra scende più facilmente, evitando che scivoli per via della condensa che si crea all’esterno.

Se ti trovi in Belgio fai attenzione alla loro versione di “pinta” perché è molto più simile al bicchiere usato per le Pilsner, stretto con il fondo a costine.

Bicchiere Teku

Il nome nasce dall’unione delle iniziali de due ideatori: Teo Musso (fondatore del birrificio Baladin) e Kuaska (Lorenzo Dabove, il più importante esperto e degustatore italiano di birre). Si tratta di due esponenti più importanti del movimento birrario che si sono messi insieme per creare il bicchiere universale per la degustazione della birra.

La sua particolare forma riesce a mettere in risalto gli aromi ed i sapori di qualsiasi tipologia di birra, oggetto molto importante sia per i birrari, sia degustatori ed anche per semplici appassionati.

Bicchiere a calice

Le tipiche birre belghe sono di solito servite nel calice, ne sono esempio le Tripel, Dubbel, Blond, le birre d’Abbazie e Trappiste. Grazie alla forma rotonda e aperta del bicchiere, le fragranze degli aromi vengono rilasciate molto più liberamente. L’incisione che a volte si trova sul fondo del bicchiere crea una schiuma molto più bella e stabile. Alcuni calici ce l’hanno anche sullo stelo e questo aiuta a tenere meglio il bicchiere in mano. Sostenendo il bicchiere dallo stelo, aiuta a tenere stabile la temperatura della birra.

Bicchiere Weizen

Questo bicchiere è perfetto per le birre tedesche Weizen, alto e con una forma abbastanza stretta. Il miglior modo per versare questa birra è quello di tenere il bicchiere con un’angolatura di 45 gradi e versare lentamente fino a quando la bottiglia diventa vuota. Lascia le ultime due dita di birra nella bottiglia. Agita la birra un paio di volte nella bottiglia e continua a riempire il bicchiere lentamente con la parte rimanente. In questo modo si diffonderà lungo tutto il bicchiere e la perfetta Weizen, con la sua naturale torbidità, sarà pronta da bere! Questo bicchiere permette di racchiude l'aroma di banana, caratteristica tipica di questa birra. 

Boccale

Pesante e solido, questo bicchiere viene usato all’Oktoberfest in Germania ed è il più grande della nostra lista. Può essere usato anche per tutte le Lager tedesche e le blanche belghe. Ha uno spessore abbastanza grande e serve per mantenere la birra fresca più a lungo. Esistono anche diverse forme e misure. Una caratteristica di questo bicchiere è che non si rompe se brindi con più forza!

Bicchiere balloon

Questo è lo stesso bicchiere che useresti per un gin tonic o cognac, ma leggermente più piccolo. Il suo fondo largo ed il bordo relativamente stretto permettono di trattenere gli aromi nel migliore dei modi. Proprio per la sua forma, viene usato di solito per birre con aromi complessi e con gradazione alcolica superiore all’8%. È perfetto per le birre forti come Eisbock, Barley, Imperial Stout e quelle invecchiate nelle botti.

Bicchiere stange

Per finire, questo è il bicchiere usato per le Kölsch, la birra leggera che arriva da Colonia in Germania. Anche le birre Alt che arrivano da Düsseldorf sono deliziose in questo bicchiere. Si tratta di un bicchiere stretto, allungato e dritto che può contenere 20cl di birra. Riesce a trattenere meglio la schiuma per più tempo e protegge la birra dall’ossigeno. Anche in questo caso, il bicchiere si svuota prima che la birra si ossidi.